mercoledì 18 dicembre 2013

XVIII Dicembre


Il XVIII Dicembre 1922 Torino assistette a una delle maggiori cacce all'uomo a cui si dedicarono gli squadristi fascisti guidati da Piero Brandimarte e appoggiati da quadrumviri torinesi Scarampi, Voltolini, Monferrino e Orsi. La notte prima c'era stato un conflitto a fuoco tra fascisti e comunisti nel quale erano rimasti uccisi due militanti mussoliniani. Immediata fu la rappresaglia che con il consueto stile fascista non si rivolse verso gli autori del fatto ma contro militanti (o presunti tali) della parte avversa scelti perlopiù a caso, Brandimarte ebbe a dire "Noi possediamo l'elenco di oltre 3000 nomi di sovversivi. Tra questi ne abbiamo scelti 24 e i loro nomi li abbiamo affidati alle nostre migliori squadre, perché facessero giustizia. E giustizia è stata fatta." 
Vennero date alle fiamme la Camera del lavoro sita affianco al Mastio della Cittadella
il circolo anarchico dei ferrovieri, il Circolo Carlo Marx e devastata la sede de L'Ordine Nuovo (il giornale fondato da Gramsci, Terracini, Togliatti e altri). Tra il XVIII e il XIX Dicembre caddero (ufficialmente) 11 persone, piu' un numero imprecisato di feriti e di scomparsi. Alcuni di questi vennero uccisi in modo barbaro, Pietro Ferrero venne trascinato legato a un veicolo su e giù per Corso Vittorio Emanuele II, fino ad essere abbandonato, irriconoscibile, ai piedi del monumento al primo Re d'Italia, altri vennero attesi sotto casa e freddati davanti alle famiglie. Il duce in persona si complimentò con Brandimarte anche se al Prefetto di Torino disse "Come capo del fascismo mi dolgo che non ne abbiano ammazzato di più; come capo del governo debbo ordinare il rilascio dei comunisti arrestati".  Nel 1946 la Città di Torino dedicò alle vittime, ricordate con una lapide posta sull'angolo tra la piazza e la Via Cernaia,  la piazza prospicente alla Stazione di Porta Susa. 
Purtroppo gli autori della strage rimasero impuniti e nonostante le roboanti dichiarazioni e assunzioni di responsabilità di Brandimarte nel 1952 la Corte di Appello di Bologna (il processo era stato spostato prima a Firenze e poi a Bologna) lo assolse per mancanza di prove ennesima porcata fatta in nome della pacificazione nazionale, l'assassino morirà nel suo letto a ai suoi funerali un reparto di bersaglieri gli renderà gli onori militari.

mercoledì 11 dicembre 2013

Le parole sono importanti





Ieri commentando un post di un amica ho ripreso un’altra commentatrice per l’uso smodato di K e di X. Ora non è snobismo o pignoleria ma per puntualizzare che il conoscere la propria lingua è fondamentale per crescere come cittadino e come nazione. L’Italia “vanta” circa un terzo di cittadini tra i 15 e i 65 anni non in grado di leggere e comprendere un testo semplice, primato veramente poco invidiabile. La libertà che tutti invocano parte proprio dalla capacità di riuscire a interagire con lo stato da una posizione di parità e non di subalterno, leggere e comprendere una legge, una circolare o anche ascoltare un discorso di un politico riuscendo a capire i concetti reali e non solo le frasi ad effetto. Senza questa capacità saremo sempre in balia della propaganda di questo o quel partito, di questo o quel leader.
L’altro aspetto di questa società che potremmo definire “Wikipedia” è l’assoluta incapacità di buona parte degli italiani di saper leggere una notizia in rete, cercarne la fonte e riuscire a comprenderla in modo critico e non acritico. La larghissima diffusione di notizie farlocche, incomplete o addirittura completamente false derivano proprio da questa tendenza, si legge su internet un messaggio, una notizia, un appello e lo si diffonde in modo virale senza prendersi minimamente la briga di controllare.
La lingua e il suo uso sono importanti, è importante difenderla e non tornare, pensando di essere moderni, a un modo di scrivere e parlare arcaico.

martedì 10 dicembre 2013

Commercio, crisi ma e' veramente tutto vero?

Siamo di fronte, senza dubbi, a una enorme crisi mondiale legata solo in minima parte alle responsabilità dei singoli stati. Sicuramente una delle categoria maggiormente penalizzate è quella del commercio per via della riduzione dei consumi. Ma sarebbe semplicistico spiegare questa crisi (come fanno molti di quelli che in questi giorni sono in piazza) con la pressione fiscale, che pure in Italia è alta. Bisognerebbe anche prendere atto che, faccio l'esempio di Torino perchè è la mia città ma sono certo che sia sovrapponibile alle altre città italiane,  il commercio è troppo parcellizzato e soprattutto in molti settori sovradimensionato alle reali esigenze della città. Percorrendo le vie dello shopping ci si accorge che si trovano praticamente solo negozi di abbigliamento femminile con praticamente tutti lo stesso genere di prodotto, migliaia di bar (a volte addirittura confinanti), parrucchiere da donna a ogni angolo e così via. La matematica purtroppo non è un'opinione e quindi bisogna anche rendersi conto che in queste condizioni sopravvivono solo i più forti e gli altri sono destinati al fallimento. Pare un ragionamento semplice eppure si continua a veder aprire negozi di questo genere per vederli chiudere pochi mesi dopo.

mercoledì 4 dicembre 2013

Alti meriti vs basse capacità

Ogni tanto mi stupisco, ancora direte, della scarsa qualità di molti dei nostri rappresentanti nelle istituzioni. Questa mattina due parlamentari della rinata Forza Italia hanno posto la questione sulla sussistenza dei requisiti previsti per la convalida dei senatori a vita, chiedendo un rinvio per l'acquisizione della documentazione necessaria. Affermando: "Pur rispettando il Capo dello stato e i quattro nominati - affermano - dalle carte trasmesse alla Giunta non sono emersi elementi sufficienti ad identificare gli 'altissimi' meriti scientifici della prof. Cattaneo né gli 'altissimi meriti sociali' attribuiti a tutti e quattro"... i Due sono la Senatrice Elisabetta Casellati (già sottosegretario alla salute e alla giustizia, e non propriamente una stakanovista del  parlamento) l'altro è il Senatore Lucio Malan (un signor nessuno della politica famoso come pianista parlamentare). Mi chiedo quale qualifica abbiano questi due signori per andare a sindacare sui meriti accademici e non dei 4 senatori a vita. Di seguito riporto alcune delle onorificenze dei 4

Claudio Abbado (musicista, direttore d'orchestra, tra l'altro ha diretto i famosi Wiener Philharmoniker) :
 
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte
Grand croix de la Légion d'honneur
Großes Goldenes Ehrenzeichen für Verdienste um die Republik Österreich (gran comandante di I classe)
Gran Croce al Merito dell'Ordine al Merito di Germania
Gran Croce al Merito con placca dell'Ordine al Merito di Germania
"Premio Freud"
Gold medal of the "International Gustav Mahler Society"
Ehrenring (1973)
Medaglia d'oro Nicolai dei Wiener Philharmoniker (1980)
"Mozart Medaille"
"Mahler Medaille"
"Schubert Medaille"
Ehrenring der Stadt Wien
"Premio Nonino" (1999)
"Ernst-von-Siemens-Musikpreis"
Würth-Preis della Jeunesses Musicales
Premio della critica "Kritikerpreis des Verbandes der deutschen Kritiker" (2002)
Medaglia d'oro della Royal Philharmonic Society of London (2003)
Praemium imperiale della Japan Arts Association
Premio "Franco Abbiati"
Ernst Reutter Plakette"della Città di Berlino (2004)
Premio Wolf per le arti, (2008)

Renzo Piano (architetto)

 Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
Cavaliere della Legion d'Onore
Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte
;Membro onorario dell'Union Internationale des Architects, Città del Messico, Messico
Premio Compasso d'Oro, Milano
Membro onorario dell'AIA, U.S.A
Premio Commandeur des Arts et des Lettres, Parigi, Francia
Membro onorario del R.I.B.A., Londra, Gran Bretagna
Royal Gold Medal per l'architettura al Riba, Londra, Gran Bretagna
Laurea Honoris Causa, Università di Stoccarda, Germania
Kyoto Prize, Fondazione Inamori, Kyoto, Giappone
Neutra Prize, Pomona, California, U.S.A.
Laurea Honoris Causa, Università di Delft, Olanda
Membro Onorario dell'American Academy of Arts and Sciences, Londra, Gran Bretagna
Membro Onorario dell'American Academy of Arts and Letters, U.S.A.
Premio Arnold W. Brunner Memorial, U.S.A.
BDA Honorary Fellowship, Stoccarda, Germania
Goodwill Ambassador dell'Unesco
Chevalier, Ordre National du Mérite, Parigi, Francia
Premio Michelangelo, Roma
Premio per Actuactiones temporales de Urbanismo y Arquitectura della città di Madrid, Spagna
Art Prize of the Akademie der Künste, Berlino, Germania
Praemium Imperiale, Tokyo, Giappone
Erasmus Prize, Amsterdam, Olanda
Premio Capo Circeo, Roma
Premio “Telecom” per la comunicazione, Napoli
Diploma European Award for Steel Structures per l’Eliporto del Lingotto, Torino
The Pritzker Architecture Prize, The White House, Washington, U.S.A.
Architetto Accademico Nazionale di San Luca, Roma
Officier, Ordre National de la Légion d'Honneur, Parigi, Francia
Leone d'Oro alla Carriera, Venezia
Spirit of Nature Wood Architecture Award, Helsinki, Finlandia
Premio Leonardo, Palazzo del Quirinale, Roma
Wexner Prize, Wexner Center for the Arts, Columbus, Ohio, U.S.A.
Honorary Doctor of Fine Arts Degree, Pratt Institute, New York, U.S.A.
Medaglia d'oro UIA (International Union of Architects), Berlino, Germania
Premio Michelangelo Antonioni per le arti, Auditorium di Roma
Medaglia d'oro all’architettura italiana, Triennale di Milano
Premio “Una vita nella musica – Artur Rubinstein”, Venezia
Grifo d'oro, Comune di Genova, Genova
Italy-America Chamber of Commerce Business Cultural Award for 2003, New York, U.S.A.
Mc Kim Prize, American Academy di Roma, Villa Aurelia, Roma
Prix Acier 2005 al progetto Zentrum Paul Klee di Berna
Prix de la Fondation Cythière, Parigi, Francia
Medaglia D'oro all'Architettura Italiana al progetto High Museum of Art di Atlanta, Triennale di Milano
Lucy G. Moses Preservation Project Award for 2006 assegnato dal New York Landmarks Conservancy al progetto della Morgan Library, New York, U.S.A.
Wall Paper Design Award per il miglior nuovo edificio pubblico assegnato al progetto della Morgan Library – Londra, Grand Bretagna
Gold Award for Engineering Excellence assegnato da ACEC New York (American Council of Engineering Companies of New York) al progetto della Morgan Library, New York, U.S.A.
Society of American Registered Architects/New York Council’s (SARA/NY) Project of the year award assegnato al progetto della Morgan Library - Battery Garden, New York, U.S.A.
Gold Medal, (AIA) American Institute of Architect, Washington, U.S.A.
Sonning Prize, Università di Copenhagen, Copenhagen, Danimarca
Premio alla Carriera, Premio Nazionale di Architettura IN/ARCH – ANCE (3ª Edizione), Milano
Premio Raffaello. Eccellenze del Made in Italy (1ª Edizione), Palazzo Produttori, Fermo
Premio Nonino 2011 “A un Maestro del Nostro Tempo” (36ª Edizione), Percoto di Udine

Carlo Rubbia (Fisico) 

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
;
Medaglia d'oro ai benemeriti della scuola della cultura e dell'arte
;
Medaglia ai benemeriti della scienza e della cultura
;
Membro della Royal Society
;
Premio Nobel per la fisica 1984

Elena Cattaneo (ricercatrice)

Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
Direttrice del laboratorio di Stem Cell Biology and Pharmacology of Neurodegenerative Disease
Coordinatrice del progetto europeo NeuroStemcell
Co-fondatore e direttore di UniStem, il Centro di Ricerca sulle Cellule Staminali dell'Università Statale di Milano
 100 pubblicazioni scientifiche su riviste specializzate, come Science, Nature, Nature Genetics, Nature Neuroscience, Journal of Neuroscience, JBC

Sono certo che i due illustri senatori siano in grado di dimostrare di avere curriculum migliori....